Le designazioni dei normali tipi di perforazione sono stabilite dalla norma ISO 7806, che non si applica alle perforazioni “fantasia” per le quali ogni perforatore utilizza proprie sigle di identificazione. La sigla di designazione di una perforazione è composta da lettere e numeri indicanti nell’ordine:

  • forma e dimensione dei fori
  • disposizione ed interasse dei fori
A seguire indichiamo alcuni esempi di sigle di perforazione realizzati da Schiavetti Lamiere forate

Forma e dimensioni dei fori

R 10 – Tondo

Simbolo seguito dal diametro del foro

Disposizione e interasse dei fori

T 15 – 60° Alternata

Simbolo  seguito dall’interasse = 15 mm

 

U 15 – 90° Pari

Simbolo U seguito dall’interasse = 15 mm

I fori tondi sono normalmente richiesti nella disposizione a 60° (standard), anche detta a quinconce,in quanto caratterizzata da un’alta rigidità della lamiera pur avendo un discreto rapporto di vuoto su pieno.

E’ disponibile su richiesta anche la disposizione in file parallele (perforazione pari) , normalmente richiesta per l’arredamento commerciale, pannelli espositori e usi estetici (controsoffitti, facciate di edifici, ecc).

Forma e dimensioni dei fori

C 10 – Quadro

Simbolo seguito dalla dimensione del lato

Disposizione e interasse dei fori

U 15 – 90° Pari

Simbolo  seguito dall’interasse = 15 mm

I fori quadri sono disposti normalmente in file parallele e trovano vasto utilizzo sia per uso estetico (recinzioni, cancelli, …) che nell’industria agroalimentare e mineraria per setacci e vagli.

Forma e dimensioni dei fori

H 2 – Esagonale

Simbolo seguito dalla dimensione del lato

Disposizione e interasse dei fori

T 2,5 – 60° Alternata

Simbolo  seguito dall’interasse = 2,5 mm

I fori esagonali permettono alla lamiera di mantenere le sue caratteristiche di alta resistenza pur raggiungendo un elevato rapporto di vuoto su pieno, indispensabile laddove è necessario un alto tasso di aerazione (mascherine per trattori) o un’ottima performance acustica (microfoni, casse e altoparlanti).

Forma e dimensioni dei fori

LR 5 X 20 Oblungo

Simbolo LR seguito dalle dimensioni dell’asse minore e di quello maggiore

Disposizione e interasse dei fori

U 25 X 20 – In linea

Simbolo seguito dagli interassi p1 e p2 (si indica prima l’interasse p1 parallelo all’asse minore del foro)

 

Z 25 X 20 – Quinconce

Simbolo seguito dagli interassi p1 e p2 (si indica prima l’interasse p1 parallelo all’asse minore del foro)

I fori oblunghi sono normalmente impiegati per il filtraggio e la separazione di liquidi o solidi. La loro disposizione è importante soprattutto nella vagliatura, dove il materiale da selezionare non deve incontrare zone piene.

Per questo tipo di applicazione è inevitabile la disposizione a quinconce. In crescita è il loro impiego per pannelli espositori.

Sigle di identificazione delle nostre fantasie

FS 8 Bis

 

FS 9 Bis

 

FS 19

 

FS 19 Bis

FS 45

 

FS 8

 

FS 9

I fori fantasia hanno un esclusivo impiego decorativo/ornamentale. I fori possono avere varie forme geometriche in abbinamento tra loro. Per i fori fantasia non esistono sigle di designazione universali e ogni produttore adotta le proprie.

Sono possibili infinite personalizzazioni rispetto agli standard proposti. Spesso i clienti che richiedono fori fantasia hanno anche bisogno di lamiere anodizzate per migliorare la performance estetica del semilavorato, come quelle proposte nella selezione sopra rappresentata.

ADERSTOP® è una lamiera calpestabile ad alta aderenza che combina rigidità con le seguenti caratteristiche:

  • antisdrucciolevole su 360°: i fori svasati consentono una presa ottimale in ogni senso di marcia;
  • drenante: i fori tondi piani garantiscono lo smaltimento dei liquidi in tempi brevi;
  • antitacco: sia i fori piani che quelli svasati hanno un diametro (8 mm) inferiore alle dimensioni di un tacco a spillo;
  • antipanico: la trasparenza è limitata al 10%;

ADERSTOP® è fabbricato in acciaio comune (zincato a caldo su richiesta), acciaio inox e alluminio. Gradini e profilati ADERSTOP® vengono in prevalenza utilizzati per la costruzione di scale di sicurezza esterne.

I fori Fortop hanno un utilizzo quasi esclusivamente rivolto al settore dell’arredo commerciale, perlopiù in officine, ferramenta, banchi da lavoro in generale, data la particolare combinazione di fori tondi e a toppa di chiave, specifica per predisporre ganci e portaoggetti.