Acciai zincati elettroliticamente UNI EN 10152

La zincatura sulle bobine di materia prima (coils) viene eseguita a freddo ed in continuo con il processo galvanico di elettrolisi. La zincatura è eseguita su entrambe le facce con identici riporti di zinco oppure – su apposita richiesta – possono essere eseguiti rivestimenti differenti.

Nelle lamiere forate, la copertura di zinco – espressa in grammi per m2 – assicura la protezione catodica nelle zone dove il rivestimento è interrotto per la presenza di fori, per danneggiamenti della superficie o lungo i bordi cesoiati. In ogni caso, poiché la massa del rivestimento è relativamente ridotta, gli acciai zincati elettroliticamente non sono idonei per resistere all’esposizione esterna senza un ulteriore trattamento chimico e una verniciatura.

I prodotti possono essere forniti con due aspetti superficiali:

A: sono ammessi pori, leggere incisioni, piccole impronte, lievi graffi e una leggera colorazione che non devono pregiudicare l’idoneità alla formatura o l’aderenza di successivi rivestimenti superficiali.

B: La migliore delle due superfici deve essere esente da imperfezioni che pregiudichino l’uniformità di una verniciatura di qualità. Quando soltanto una faccia è zincata, questa prescrizione vale per la superficie non rivestita; l’altra faccia deve presentare almeno l’aspetto superficiale A.

Per evitare la formazione di macchie da ossidazione durante il trasporto e l’immagazzinamento (ruggine bianca), di norma viene eseguito dal produttore un trattamento superficiale, che migliora altresì l’aderenza e l’effetto protettivo di un successivo rivestimento, ad esempio una verniciatura; occorre però accertare la compatibilità fra trattamento superficiale e successivo rivestimento. Per ulteriori notizie al riguardo consultare la norma. I prodotti possono essere saldati nelle condizioni previste per il metallo base adottando gli accorgimenti necessari a causa della presenza dello zinco e dell’eventuale fosfatazione della superficie.

La zincatura elettrolitica è da preferirsi a quella termica in questi casi:

  • Se si ha le necessità di trattare pezzi in acciaio a tempra accurata, che potrebbero subire effetti indesiderati se sottoposti ad elevate temperature.
  • Se si ricerca un’estrema uniformità nello spessore del rivestimento depositato come nel caso di pezzi di precisione.
  • Per articoli saldati con leghe a basso punto di fusione perché si distruggerebbero se venissero trattati con processi di zincatura a caldo.

Lamiere forate trattate elettroliticamente sono particolarmente apprezzate nel settore delle apparecchiature elettriche ed elettroniche, dove la zincatura deve essere uniforme anche in presenza di fori o zone cesoiate.

Questo elemento è stato inserito in News. Aggiungilo ai segnalibri.

Lascia un commento

Call Now Button